Stagione 2019/20, prossimi appuntamenti del Teatro all'Aperto di Poggio Torriana:

Info:

Teatro Aperto Poggio Torriana
[tel] 0541 629701 (Comune di Poggio Torriana)

poggiotorriana@teatrivalmarecchia.it

Teatro all'Aperto

di Poggio Torriana

19

giu'20

ore 21:15

Pinocchio

Genere: Teatro > Teatro per ragazzi

Autore: Marcello Chiarenza

Regista: Claudio Casadio

Compagnia: Accademia Perduta/Romagna Teatri

con Maurizio Casali e Mariolina Coppola

Accademia Perduta/Romagna Teatri presenta al pubblico la sua versione di Pinocchio, fedele al racconto originale ma anche inedita, carica di sorprese e di piccole e grandi magie. L’epica e indimenticabile storia del burattino più famoso del mondo scritta da Collodi viene (letteralmente!) riletta in uno spettacolo in cui la storia sguscia fuori dalle pagine dei libri per atterrare direttamente sulle tavole del palco scenico. O meglio sulla bancarella di due simpatici librai che presto si trasforma nel tavolo da lavoro del falegname più famoso del mondo: Geppetto. Sul suo tavolo ci sono gli attrezzi del mestiere ma anche tanti libri, nuovi, vecchi, enormi, minuscoli da cui, un po’ alla volta, escono i protagonisti della storia. I libri prendono vita, si aprono, si chiudono, diventano povere case dove non si trova nulla da mangiare, camini accesi che bruciano piedi, campi profondi dove nascondere monete, teatrini di burattini, specchi, tombe, onde del mare. Gli attori in scena giocano, recitano, si scambiano i ruoli e danno vita ai tanti personaggi della storia che consigliano, che ingannano, che spaventano, che portano sulla cattiva strada. Ancora una volta si parla di un percorso di crescita. “Un libro per tutti” questo recita l’insegna della bancarella dei librai che magicamente prende vita per raccontare la storia. Ed è proprio il LIBRO il protagonista indiscusso di uno spettacolo che, prendendo le mosse dal più famoso romanzo per l’infanzia, si propone di mettere al centro dell’azione scenica la bellezza, la magia, il fascino di un oggetto da cui scaturiscono meraviglie e di cui è opportuno riappropriarsi e rinnamorarsi, che bisogna prendere in mano, sfogliare, toccare.